Categorie
MAUA Milano

Volevo fare la ballerina

TITOLO: Volevo fare la ballerina
POSIZIONE via Diomede 36
AUTORE/I Menade + Gaab
TECNICA spray + pennelli
ANNO DI REALIZZAZIONE 2015
FOTO Melanie Alberca, Martina Di Molfetta

REALTÀ AUMENTATA
TITOLO Volevo fare la ballerina
AUTORE Manuela Belli
“L’incontro/scontro di due mondi musicali, in eterna contrapposizione.
Classico vs rock, eleganza vs eccentricità, rigore vs anarchia.”

L’opera è stata realizzata nell’ambito della terza edizione di Street Players, iniziativa promossa dall’associazione culturale Stradedarts che nel 2015 ha portato più di 350 graffiti writer sui tre chilometri del muro di cinta dell’Ippodromo del galoppo di Milano. La più grande jam mai organizzata sino a quel momento ha come protagonisti i cavalli da corsa e la natura. Trenno Srl, società del gruppo Snai, ha messo a disposizione i propri muri perimetrali per offrire spazi di espressione e identificare in modo definitivo un’area storica di Milano.

Prova l’opera in realtà aumentata seguendo i 3 semplici passaggi descritti di seguito:

Inquadra la foto sullo schermo di un altro device.

Lasciati sorprendere dalla realtà aumentata.

Categorie
MAUA Milano

All u can eat

TITOLO: All u can eat
POSIZIONE San Donato Milanese
AUTORE/I Mate
TECNICA spray
ANNO DI REALIZZAZIONE 2017
FOTO A.S., B.K.

REALTÀ AUMENTATA
TITOLO All u can eat
AUTORE Marco Ranzini
“Proposta unica basata sulla rielaborazione originale delle ricette della cultura nipponica. Solo 19,90.”

Mate, pittore e disegnatore milanese, sonda con aerografo e bomboletta la società contemporanea e traduce, con un linguaggio iperrealista, concetti complessi e controversi in messaggi semplici ed espliciti, che vanno direttamente al punto, senza se e senza ma. Quest’opera è stata realizzata in occasione del Festival internazionale della poesia di strada, che ha visto coinvolti street artist, pittori, poeti, non meno dei residenti della zona.

Prova l’opera in realtà aumentata seguendo i 3 semplici passaggi descritti di seguito:

Inquadra la foto sullo schermo di un altro device.

Lasciati sorprendere dalla realtà aumentata.

Categorie
MAUA Milano

Resisti!

TITOLO: Resisti!
POSIZIONE via Giovanni Battista Sammartini 31
AUTORE/I Sfiggy + Ale Puro
TECNICA pennelli
ANNO DI REALIZZAZIONE 2017
FOTO Camilla Picone, Anastasia Falciani

REALTÀ AUMENTATA
TITOLO Resisti!
AUTORE Licia Zavattaro
“Dedica alla Resistenza, per ricordare
la libertà dopo la Seconda guerra mondiale e l’attività delle staffette partigiane.”

“In quel fiore ci nascondevo il mondo”: il ricordo della città di Milano a settant’anni dalla Liberazione è il tributo ad “Angela” (Liliana Benvenuti), la staffetta partigiana che rischiava la vita per portare i messaggi in un fiore tra i capelli. Il murale è stato dipinto da Ale Puro, artista di Vigevano che raffigura, in stile fumettistico, gesti delicati di bambini e bambine. L’espressione naïf di Ale Puro porta l’idea complessa di “Liberazione” al di sopra della retorica politica cui siamo abituati. Il leggero passare della bambina in bicicletta ci fa immaginare la gioia della libertà, faticosamente conquistata con anni di sangue e bombardamenti nelle stesse città che fortunatamente oggi dipingiamo.

Prova l’opera in realtà aumentata seguendo i 3 semplici passaggi descritti di seguito:

Inquadra la foto sullo schermo di un altro device.

Lasciati sorprendere dalla realtà aumentata.

Categorie
MAUA Milano

Sarita Colonia di Milano

TITOLO: Sarita Colonia di Milano
POSIZIONE: via Giovanni Pontano 696
AUTORE/I: Sef.01 + Hadok
TECNICA: spray
ANNO DI REALIZZAZIONE: 2017
FOTO: Anastasia Falciani

REALTÀ AUMENTATA
TITOLO: Sarita Colonia di Milano
AUTORE: Raúl Rodríguez
“Sarita è diventata un’icona della cultura popolare peruviana: uccisa all’età
di ventisei anni, si dice che fosse in grado
di fare miracoli.”

Il murale di Hadok e Sef.01 è un tributo alla multiculturale via Padova, melting pot di comunità italiane, cinesi, nordafricane e latinas. Proprio a quest’ultima cultura si riferisce l’opera dedicata a Sarita Colonia, icona peruviana, della stessa nazionalità degli autori, che da Lima ai pueblos si incontra come santino nei veicoli di trasporto, tra i carrelli dei venditori di strada, nei ristoranti, nelle stanze dei domestici, nei postriboli. Sarita è santa per gli emarginati, i poveri, i disoccupati, i meno privilegiati della società, ma non per la Chiesa. A Milano una Sarita in versione urbana ci dà il benvenuto in via Padova: dimenticati fiori e sguardi languidi, la santa bambina è armata di pistole d’acqua ed emerge da una verde selva amazzonica.

Prova l’opera in realtà aumentata seguendo i 3 semplici passaggi descritti di seguito:

Inquadra la foto sullo schermo di un altro device.

Lasciati sorprendere dalla realtà aumentata.

Categorie
MAUA Milano

Beat

TITOLO: Beat
POSIZIONE via Manzano 13
AUTORE/I Amina + Piger
TECNICA pennelli
ANNO DI REALIZZAZIONE 2015
FOTO Erwin Chumpitaz, Silvia Gramatica, Arianna Barra, Camilla Hetti

REALTÀ AUMENTATA
TITOLO BEAT
AUTORE Floriano Priori
“Se il suono avesse una forma, se fosse un corpo, sarebbe così. Lasciatevi avvolgere, lasciate i battiti sintonizzarsi

Unisci lo stile calligrafico di Piger con i mandala di Amina: il risultato risplende sul muro di via Manzano, nell’ombelico dell’area Giambellino-Lorenteggio. Il progetto è stato promosso dal Comitato degli abitanti della zona, che con orgoglio ne hanno voluto celebrare la storia. Un’opera geometrica ricca di dettagli, una spirale arzigogolata che incanta lo spettatore in una sorta di ipnosi.

Prova l’opera in realtà aumentata seguendo i 3 semplici passaggi descritti di seguito:

Inquadra la foto sullo schermo di un altro device.

Lasciati sorprendere dalla realtà aumentata.

Categorie
MAUA Torino

Black Machine

POSIZIONE: via Giorgio Bidone 27
AUTORE: Nevercrew
TECNICA: stencil spray
ANNO DI REALIZZAZIONE: 2015
FOTO: Nicola Moretti, Emma Salomone.

REALTÀ AUMENTATA
TITOLO: Black Machine
AUTORE: Nevercrew
“La Terra è soffocata dal petrolio, il cambiamento climatico ormai una realtà. E’ tempo di prendere una posizione, o bianco o nero.”

Black Machine si trova sulla parete posteriore del Teatro Colosseo che, insieme a Square23ArtGallery, ha sostenuto il lavoro di Nevercrew, duo svizzero di fama mondiale. È anche la prima opera animata in realtà aumentata grazie al progetto Bepart. Dall’impatto visivo sbalorditivo, la pittura mette in luce i devastanti danni del global warming attraverso un maestoso orso polare dalle zampe annerite dal petrolio. Accanto, sulla parete, una sedia gli dà le spalle, guarda altrove come se lo spettatore non fosse cosciente del disastro, non possa intervenire per fronteggiare i problemi, ampliando così il senso di distacco nonostante l’evidenza. Un’opera meravigliosa e allo stesso tempo pungente.

Prova l’opera in realtà aumentata seguendo i 3 semplici passaggi descritti di seguito:

Inquadra la foto sullo schermo di un altro device.

Lasciati sorprendere dalla realtà aumentata.

Categorie
MAUA Palermo

CorpoReo

TITOLO: CorpoReo
POSIZIONE Piazza Garraffello, Palermo, PA, Italia
AUTORE/I Axel Void
TECNICA spray
ANNO DI REALIZZAZIONE 2012
FOTO Street Art Factory

REALTÀ AUMENTATA
TITOLO CorpoReo
AUTORE Valentina Meli

Una delle opere “storiche” della street art del capoluogo siciliano. Il titolo attribuito all’opera dallo statunitense Axel Void è “Salvo” e riprende il nome di uno dei bambini residenti nel quartiere al momento della sua realizzazione. Nel processo di riqualificazione dell’area, che prevede un certo numero interventi di messa in sicurezza degli edifici e ristrutturazione degli immobili, è molto probabile che l’intervento possa essere rimosso o asportato.

Prova l’opera in realtà aumentata seguendo i 3 semplici passaggi descritti di seguito:

Inquadra la foto sullo schermo di un altro device.

Lasciati sorprendere dalla realtà aumentata.

Categorie
MAUA Milano

Do you wanna drink?

TITOLO: Do you wanna drink?
POSIZIONE via Leone Tolstoi 1
AUTORE/I sconosciuto
TECNICA spray
ANNO DI REALIZZAZIONE sconosciuto
FOTO Alessia Bazzini

REALTÀ AUMENTATA
TITOLO Yo-ho-ho
AUTORE Diletta Sanna
“È dura stare a galla e tenere i ritmi in una città che va a tremila. Per fortuna c’è sempre chi è pronto a far festa. Yo-ho, beviamoci su!”

Prova l’opera in realtà aumentata seguendo i 3 semplici passaggi descritti di seguito:

Inquadra la foto sullo schermo di un altro device.

Lasciati sorprendere dalla realtà aumentata.

Categorie
MAUA Milano

Uroboro

POSIZIONE via Pietro Giordani 7
AUTORE/I Luogo Comune
TECNICA pennelli
ANNO DI REALIZZAZIONE 2015
FOTO Elisa De Ros, Arianna Barra, Tommaso Calleri

REALTÀ AUMENTATA
TITOLO Uroboro
AUTORE Riccardo Copler
“Simbolo antico dell’infinito, della ciclicità, dell’eterno ritorno. Forse, in fondo, a inseguire la propria coda, non è solola lucertola…”

Si sente che il cremonese Luogo Comune ha studiato Storia dell’Arte: maneggia il pennello con classe. Dopo un esordio tra throw up e tag, infatti, si è invaghito fatalmente del disegno. Così, più che dalla bomboletta, oggi è attratto da asta e rullo. Il suo tratto strizza l’occhio all’universo dell’illustrazione: in quest’ottica, nel 2015 dipinge un lucertolone che con agilità rettile si inerpica su un muro del Giambellino.

Prova l’opera in realtà aumentata seguendo i 3 semplici passaggi descritti di seguito:

Inquadra la foto sullo schermo di un altro device.

Lasciati sorprendere dalla realtà aumentata.

Categorie
MAUA Milano

Butcher

TITOLO: Butcher
POSIZIONE via Antoine Watteau 7
AUTORE/I Krio
TECNICA spray
ANNO DI REALIZZAZIONE 2012
FOTO Saad Karam, Christian Boceda


REALTÀ AUMENTATA
TITOLO Butcher
AUTORE Gabriele Genova
“Il macellaio senza testa ha qualcosa
di speciale per voi quest’oggi: carne
di bambola fresca, ma non temete,
la vita è un loop!”

A metà strada tra gli Sgorbions e Nightmare Before Christmas troviamo Mr Krio, che da Londra al Salento, da Milano a Torino ha firmato muri di ogni qualità, prediligendo gli spazi con tubi a vista rispetto alle superfici linde e intonacate… Questa storica opera, che caratterizza le murate dell’altrettanto storico Leoncavallo, è stata realizzata durante Ego – Evolution Goes On!, una tre giorni dedicata all’arte. Appena entri in via Watteau capisci subito che ti trovi in una zona autogestita della città, e i suoi muri parlano. Tra le voci, spicca quella acuta e tagliente del mostro femminile di Krio, una bambina veramente pericolosa, che rappresenta forse alcuni di noi dopo una intensa settimana di lavoro a Milano e prima di mettere piede nel weekend, da passare magari proprio al Leo.

Prova l’opera in realtà aumentata seguendo i 3 semplici passaggi descritti di seguito:

Inquadra la foto sullo schermo di un altro device.

Lasciati sorprendere dalla realtà aumentata.